Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Musica’ Category

 

E’ che so amarti
nel sorriso d’una lacrima
che,
fuggendo,
si lascia
rimboccare da morsi
d’abbagli continui…

avvolgendomi
di tua presenza
la mia vita
nei millesimi
di tempi diversi
diventa eterna

nel trovarti
riscopro
cerchi intoccabili
di futuri
a venire
in soluzioni
diversificate…

E’ un semplice spessore
vissuto
accanto ad un ieri
mai pensato…
e nemmeno sperato
nel tocco di profumo
diventato nostro.

Annunci

Read Full Post »

___________________________________________________________

Viaggio nella nebbia
asfissiata di parole
gironzolando
in prudenti rilievi
di (im)peccabile eccitazione .
Nessuna naturale essenza
smuove tale natura
di spasimo gridato d’amore .
(Nessuna) paura di eccedere
nei frammenti
d’apocalittici centri
da puntare.
E’ così che nel bacio
d’autunnale o invernale
smorfia della coscienza
mi prendo gioco di me
e mi violento…

___________________________________________________________

Read Full Post »

“Voice” al logorìo d’espatrio
dal “me”
canonica, invertebrata
sottomessa dall’ingoio
reazionario.

Il “me” strappa
dubbio alla (in)sicurezza
in seme all’-anfibiotico-
“durante” emerso poi.

Senno coreografico
magistrale
tendenzioso al fermo
d’astinenza

e poi alla nudità
del verde cementato
l’impaginazione d’una margherita
traslocata dal mio pensiero

ipnotico seme
questo
d’un domani che vedrò
calpestandolo d’errore.

Rido di me
delle mie assenze
re-interpretate a cavallo
d’un ittico formicaio laborioso

e in proposta d’un sole
goccia di vino veritas fresco
in allucinazione di lumi sparsi
come ascesa pratica
su tettoie da cui scivolare senza ali

e
a

cadere

most(r)i d’agrodolci acini
a ricordarmi
seppellita nella Vita.

e… continuato da NàT…

agrodolci acini in ogni morso
most(r)i selvatici che sanno
di nostre pure limpide purpurée
vite
come vendemmie settembrine
spogliamo i rami alle foglie
per nude essenze
bérci
spire di vita
e vita
non evita
é vita…..

Read Full Post »

 

Straniero nel mio corpo

l’effluvio di note

seminato dalle vibrazioni d’aria…

Insegnante

di corde vocali

tra le dita:

burrattini legnosi

movimentati 

da pollini ballerini

e oscillazioni fantastiche;

regìe teatrali

di lenzuola di favole

da ascoltare

………….

dentro.

                       Senza rumore.

Read Full Post »

Le canzoni mi sotterrano

al centro d’un ritornello

a spirale

come frutto a centrotavola

lontano dal suo odore.

Son lenta

(in rebus)

a decrittarne

gusto qualunquistico

d’ illogico masticare.

Con fame e sete

provo debolezza

d’arpeggio

nel penetrare

l’inondazione del mio attuale

tempo fermo,

senza alcuna ricorrenza

da brindare…

… ma è così

che cerco causa

nel sorridermi…

in un nulla da dire…

Il ritornello a spirale

crescente

delibera nuova bussola

nel cantarmi

tra illusorie galassie

di asterischi

ancora da brevettare.

Read Full Post »

Spillami indolore

tra i versi

dei muti passi tuoi

cresciuti in disilluminata

canzone da cantare.

Baciami singhiozzante

sulle labbra

dove la febbre del contatto

sul tuo aver fatto l’amore

sa accrescere l’ubriachezza

della fresca curiosità

in attesa per il solo volermi.

Straziami in tutte

le direzioni sconfinate

dove l’aria non ha consistenza

di sola felicità

ma d’eterno acuto

issato sull’ intimo

di deformanti ricordi

ancora da sfiorare

nel vortice

di mille scosse da capire…

Read Full Post »

Owl City

Read Full Post »