Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘expressive correction’ Category

2012-09-29 06.51.37

Sospendo i moduli
di una vita in carica
per lustrare pensieri
simili a ritornelli.
Sono solo stormi di matematici calcoli
dove l’algebra è sinonimo
di curiose filosofie da seminare
(senza capirne nulla, ahimè).
Sono numeri gustosi
e tutt’altro che ignoranti
se posso sfatare questo

π

in sensi di colpa mai esorcizzate…
così in realtà il cerchio
è un riflesso limpido…
ma se cambio il raggio
alla sua rotondità
senza ferirlo
potrei non captare
lo sguardo veloce
d’un calcolo che forse,
in fondo in fondo,
so intuire?
Intrometto
la logicità nelle scansioni,
una voce che esprime,
un qualsiasi ritmo di danza,
così nell’istinto
so di saper vivere
(anche)
in una matematica astratta
ma intonata solo alla [mia] vita
che ascolto con molta attenzione
senza la consapevolezza
di dover perdere sempre.

 

Read Full Post »

 

L’affanno del respiro

inciso in ombra

d’un viversi

su punte di capelli

caduti, osservati e raccolti

su sfumature

di quel “recente” tempo passato.

 

Piccoli passi

di fronte a strade

del ieri curioso,

ora presente

nei sogni più estesi

in una possibile, scontrosa

verità da esplorare

 

destarsi un solo attimo

in gomitolo strecciato,

chiedersi il “perchè”

già descritto nelle visioni

del domani…

non c’è scusa o frase

per l’impotenza nutrita

nella sofferenza.

Read Full Post »

Segnano storie scandalose,
espresse con leggerezza ingenua:
l’uomo diverso, la donna diversa.
Amano tra loro.
Naturalezze che baciano
l’impossibilità
con realtà mortali.
Amori strani.
Amori non accettati.
Amori fiorenti,
celati dietro gesti ammaestrati
su un palcoscenico coperto..
Amori vissuti sulle punte
delle felicità segrete,
appagate per aver sconfitto
lacerazioni di impressioni false.
Amori vissuti con dolore,
sofferenze, paure, timori…
Amori da non poter cantare.
Amori anche veri. Anche essenziali.
Amori pieni di infiniti misteri,
colme di veritiere sensazioni.
Amori fraintesi
da chi non sa cogliere
le frasi dietro i loro perché.
Amori urlati per uccidere il tatto,
la folle speranza
di voler vivere l’abbraccio, il bacio,
la nudità di una pelle velata…
E’ il momento di una gracilità
fusa nel buio degli occhi:
Splendidi istanti,
scandalosamente rivelati
odoratamente vissuti
all’ombra di un sogno costruito.

Read Full Post »


___________________________________________________________

Assolvo le mie lenzuola

da peccati giudiziari

esternando languidamente

un leggero appoggiarmi

a freccia di charme.

Irremovibile il mio arco

teso a candeggiare

il collo

d’una esotica carezza:

snellezza d’odore

camuffata dall’addio

d’un “arrivederci” ritornato….
___________________________________________________________

Read Full Post »

___________________________________________________________

Viaggio nella nebbia
asfissiata di parole
gironzolando
in prudenti rilievi
di (im)peccabile eccitazione .
Nessuna naturale essenza
smuove tale natura
di spasimo gridato d’amore .
(Nessuna) paura di eccedere
nei frammenti
d’apocalittici centri
da puntare.
E’ così che nel bacio
d’autunnale o invernale
smorfia della coscienza
mi prendo gioco di me
e mi violento…

___________________________________________________________

Read Full Post »

STRIKE

Guardarsi allo specchio
cercarsi tra la bellezza non trovata

| LA CERCO |

in eco di parole
schiaffeggiano passati d’amore dato

| ANCORA PRESENTI
IN IDILLIACI VERDI |

in carta valorizzata
senso di buonsenso
acquistato
(da poco, da errori)….

Maturità, mi urli,
cambiamenti di vita,
in ore da spremere,
ancora da svegliarsi.

Eco di non-vita
s’azzanna, s’inceppa
in artiglio incastrato
da vene di lacrime
inondato di sangue pulsante
per il qualsiasi domani
indifferente
che non so vivere,
fiatare,
odorare,
AMARE,
(perché dimentica)

Strike serale,
abbattimento d’emozioni
bisognoso di stagioni superate
in Insonnia d’Innamoramento
di Mio Valore Conquistato.
Non Di Vita.
Di Dignità Accorsa In mio
AIUTO.

Read Full Post »

Si potrebbe morire
con gli occhi
puntati al cielo aperto:
vedi le stelle
anche in pieno giorno,
quando il vento
ti aiuta a respirare
proprio all’ultimo momento
di un incanto
vivido e trascendente.

Si potrebbe morire
con la bocca amara
riempita di parole amare
ansiose di scoppiare
come il freddo
che si perde
nel ghiaccio trasparente.

Si potrebbe vivere
ancora per un pò,
amare divinizzando,
perchè potresti regalare un sorriso
a chi ti ha amato
senza che tu
l’abbia mai saputo.

Read Full Post »

Older Posts »